La canfora viene da sempre utilizzata per curare disturbi delle vie respiratorie, soprattutto per fluidificare le secrezioni bronchiali, in caso di raffreddore e come spasmolitico. Ma non solo, la canfora viene usata anche come soluzione oleosa per reumatismi e dolori muscolari.
Oggi vi spiegheremo meglio quali sono le proprietà dell’olio essenziale di canfora.

Da dove viene prelevata la canfora

La canfora viene ottenuta dal canforo, detto anche albero della canfora, e in particolare dalla sua corteccia. La pianta della canfora fa parte della famiglia delle Lauracee.
Si tratta di un arbusto particolarmente diffuso in India, Indonesia, Giappone e Cina. Ma, grazie alle sue caratteristiche, si presta ad essere coltivato in tutta l’area mediterranea.
Il canforo è un albero sempreverde, alto fino a 30 metri e particolarmente longevo. Pensate che può vivere fino a 200 anni. La chioma è folta e forma delle piccole pannocchie, proprio sotto le foglie.

Benefici dell’olio essenziale di canfora

L’olio essenziale di canfora ha diversi benefici sul organismo. Il primo di questi è quello sul sistema circolatorio. Infatti la canfora ha un’azione tonificante, in caso di stanchezza o pressione bassa.
Inoltre, la canfora, se utilizzata direttamente sui muscoli o le ossa, vi aiuterà in caso di distorsioni, contusioni e dolori. Potrete utilizzarla prima di fare sport e preparando il vostro corpo all’attività fisica.
Inoltre, sempre per i suoi benefici vasocostrittori, utilizzando la canfora sulle gambe, massaggiandole, potrete prevenire problemi venosi e di circolazione.

Come si usa l’olio essenziale di canfora

Se viene applicata localmente, come unguento balsamico a base di olio essenziale di canfora e burro di karitè, ha una potente azione broncosecretolitica e analgesica. Questo significa che, a livello bronchiale, è espettorante ed esercita una potente azione spasmolitica.
Oppure potrete utilizzare l’olio essenziale di canfora diluito in un po’ di acqua calda, per fare dei suffumigi, vi aiuteranno a sciogliere il catarro, in caso di sinusite.
Se invece soffrite di reumatismi o dolori muscolari, dovuti ad un’intensa attività fisica, ad un trauma o a una contrazione muscolare, potete utilizzare l’olio essenziale di canfora come unguento, magari insieme a un po’ di olio di mandorle dolci, direttamente sulla zona interessata.
Utilizzando l’olio essenziale di canfora prima di eseguire un’attività sportiva, preparerete i muscoli allo sforzo fisico, utilizzandola dopo invece eseguirete un’attività defaticante, successiva all’allenamento. Infatti, vi aiuterà nel caso di gambe stanche e pesanti, migliorando la circolazione sanguigna.
Come tonico ed energizzante, la canfora può venire utilizzata grazie ad un diffusore di oli essenziali per l’ambiente, vi aiuterà nei periodi più difficili dell’anno, per evitare svenimenti e collassi.

L’olio essenziale di canfora come antitarme

L’olio essenziale di canfora ha anche un potente rimedio antitarme. Per liberarvi dei fastidiosi insetti, potrete metterne qualche goccia su un batuffolo di cotone e poi riporlo in armadi e cassetti. Questo terrà lontane le tarme, ma anche moscerini e mosche.

E voi, avete mai provato l’olio essenziale di canfora? Fatecelo sapere nei commenti.